RITMO COLLETTIVO//EN PLEIN AIR

L’azione performativa consiste nello scalare una parete di roccia con una corda fatta di strisce ottenute tagliando vestiti di recupero. La corda ha in sé la memoria delle persone e l’azione di muoversi in verticale rimanda all’idea di “raggiungimento dei propri obiettivi”: per raggiungere una realizzazione personale, ci si muove spesso all’interno della rigida struttura sociale con grande difficoltà ed i costi in termini di qualità di vita, salute e benessere possono diventare enormi.

Partendo verso il proprio obiettivo, infatti, non sempre si mettono in conto i rischi che si potrebbero correre, come quello di scivolare e di ritrovarsi improvvisamente al punto di partenza, o quello di rimanere appeso a metà strada e, sopraffatto dalla difficoltà di procedere, non riuscire più né ad avanzare nè a retrocedere, rimanendo così in “balìa del vento”.

Ritmo Collettivo//En Plein Air

In collaborazione con Tiziana Abretti 

Azione performativa

Dimensione ambiente

2014