FRA(M)MENTI

Dei frammenti di feltro, metafora della disgregazione politica, culturale e territoriale che si è venuta a creare nella Ex-Jugoslavia in seguito alla guerra, vengono cuciti insieme per realizzare una coperta destinata alla Casa Ricamata itinerante di Maria Chiara Calvani. Durante l’azione, realizzata nella Bomb Gallery at Art Radionica Lazareti di Dubrovnik (Croazia) durante l’International Contemporary Art Festival Mental War, metto i frammenti di feltro in collegamento fisico e simbolico per rendere meno netti e distinti, almeno apparentemente, i confini. Chiedo alle persone che lo desiderano di collaborare nella realizzazione di un oggetto intimo, come una coperta, destinato alla protezione personale durante il sonno. il contatto che si svolge a livello cosciente tra le persone rimanda alla dimensione onirica, nella quale le persone comunicano attraverso il subconscio e dove i confini interpersonali diventano meno netti e distinti.

Azione partecipativa, feltro a mano, cuciture, ricami

Lana Cardata, filo di cotone

2015